SHARE


Imminente maltempo sulla Calabria, con ritorno della neve sui monti e mareggiate sulle coste tirreniche.

a cura di Fabio Zimbo

Come anticipato nel nostro articolo di due giorni fa, ha fatto ormai ingresso, sul bacino centrale del Mediterraneo, una massa di aria fredda di origine artica, che sta provocando la formazione di un minimo di bassa pressione di circa 1000 hPa sottovento alle Alpi, sul Golfo Ligure, che nelle prossime ore scivolerà verso sud passando sull'Italia centrale per poi ubicarsi, nella mattinata di domani lunedì 6 maggio, sul basso Adriatico.

Tale posizione favorirà l'afflusso di correnti occidentali instabili sulla Calabria che, quindi, apporteranno maltempo in particolare sui versanti tirrenici e le zone interne con ritorno della neve sui monti, dato che giungeranno isoterme di +1° a circa 1400 m s.l.m.

In particolare, nella notte a cavallo fra domenica 5 e lunedì 6 maggio, si verificherà un peggioramento su tutta la fascia tirrenica e le zone interne della nostra regione, con piogge e rovesci sparsi su queste zone, e nevicate che dovrebbero interessare in particolare i versanti occidentali del Pollino, i monti dell'Orsomarso, la catena costiera cosentina, la Sila, le Serre vibonesi e l'Aspromonte a quote superiori generalmente a 1300 / 1400 m s.l.m. sebbene, localmente, le nevicate potrebbero scendere sino a 1100 / 1200 m s.l.m. durante gli eventi più intensi.

Sulla fascia ionica, invece, il tempo sarà variabile con alternanza di schiarite e annuvolamenti che potranno provocare anche piovaschi sparsi in particolare su cosentino, catanzarese e reggino, più rari su crotonese.

Di seguito, le piogge previste dalle 2:00 alle 14:00 locali di domani lunedì, come previste dal modello ad alta risoluzione MOLOCH a cura del CNR; come si vede si prevedono piogge con picchi di 25 - 50 mm sui versanti tirrenici del cosentino:

 

Dal tardo pomeriggio / sera i fenomeni dovrebbero concentrarsi solo su vibonese e reggino tirrenico, nonchè su cosentino ionico a causa della rotazione dei venti che soffieranno non più dai quadranti occidentali, bensì da quelli settentrionali rispetto ai quali, le zone appena indicate, sono maggiormente esposte.

Di seguito, le piogge previste dalle 14:00 di lunedì alle 02:00 di martedì, come previste dal modello ad alta risoluzione MOLOCH a cura del CNR; le piogge sui versanti tirrenici del cosentino tendono a ridursi, a causa della rotazione dei venti che assumeranno componente più settentrionale lasciando in ombra pluviometrica la suddetta provincia:

 

Da notare come, sempre nella giornata di lunedì, in particolare al mattino, il mar Tirreno si preveda agitato o addirittura molto agitato (onde superiori a 4 m) con possibilità di mareggiate sulle relative coste del cosentino, catanzarese, vibonese e reggino (si veda mappa di previsione del Consorzio Lamma dello stato del mare per lunedì mattina riportata a fine articolo: con il colore giallo si indica uno stato del mare "molto agitato", con il rosso "agitato", viola "molto mosso", blu/azzurro "mosso", celeste "poco mosso").

Miglioramento deciso, invece, per la giornata di martedì 7 maggio, quando comunque farà ancora abbastanza fresco, addirittura freddo nelle zone interne al mattino.



del: 05-05-2019 - Tags: previsioni, meteo, tempo, meteoincalabria, neve, monti, maggio, 2019